Venerdì 24 Novembre 2017                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / Notizie FELCOS

Cooperare per promuovere il turismo sostenibile nel Governatorato di Betlemme

Nell’Anno internazionale del turismo sostenibile dal 21 al 24 settembre una delegazione palestinese in Umbria per partecipare alla prima edizione di Wonder Ways – Cammini in Fiera
22/09/2017

Un patrimonio naturale e culturale d’inestimabile valore, che presenta ricchezze di grande rilievo a livello ambientale, estetico e storico, ma sconosciute ai più, come il territorio di Battir, la cui integrità è stata minacciata in un passato recente da diversi fattori, quali l’abbandono delle pratiche agricole tradizionali e la conseguente perdita d’identità culturale, la presenza di discariche a cielo aperto e le misure imposte sul territorio dal sistema di sicurezza israeliano.

Un territorio, quello di Battir, che grazie alla mobilitazione di diversi attori locali, nazionali e internazionali – tra cui il Governo Italiano attraverso il PMSP (Programma di Sostegno alle Municipalità Palestinesi), FELCOS Umbria (Fondo di Enti Locali per la Cooperazione decentrata e lo Sviluppo umano Sostenibile) e la Regione Umbria - uniti per salvaguardarne l’integrità attraverso un progetto realizzato dal 2011, ha ripreso a splendere tanto da essere riconosciuto patrimonio mondiale UNESCO.

Per promuovere l’unicità del valore culturale e naturalistico dei Comuni del Governatorato di Betlemme, ma anche condividere le esperienze di successo e le migliori buone pratiche in tema di sviluppo economico locale, il Joint Council Service (JCSTD) – unione di Municipalità Palestinesi del Governatorato di Betlemme – sarà presente alla prima edizione di Wonder Ways – Cammini in Fiera, la fiera dedicata ai cammini sia religiosi che di carattere ambientale che si svolgerà ad Assisi dal 21 al 24 settembre, con uno stand di promozione del territorio.

In particolare il Sindaco di Battir, Akram Bader, insieme ai rappresentanti di FELCOS Umbria, della Regione Umbria e del Francesco's Way, interverrà all’iniziativa “Cooperazione e turismo sostenibile: scambio di buone pratiche tra Umbria e Palestina” in programma per venerdì 22 settembre alle ore 14 presso il Palaeventi di Santa Maria degli Angeli.

La presenza della delegazione s’inserisce infatti nell’ambito di un progetto di cooperazione territoriale, finanziato dalla Regione Umbria, che FELCOS Umbria promuove in collaborazione con ANCI Umbria e i Comuni di Terni, Foligno, Narni e Orvieto, con l’obiettivo di rafforzare e sviluppare le potenzialità di attrazione turistica nel Comune di Battir attraverso il potenziamento dell’Ecomuseo del Paesaggio, come opportunità di sviluppo locale.

Il progetto è il risultato di un lungo percorso di cooperazione tra il territorio umbro e quello di Battir, consolidato negli anni attraverso numerose missioni di reciproco scambio durante le quali il Sindaco palestinese ha conosciuto da vicino le competenze e il know-how del sistema umbro sul tema del turismo sostenibile.

Supportare il turismo sostenibile significa promuovere un nuovo modo di fare turismo, rispettoso dell’ambiente e delle sue risorse, delle culture locali e dei lavoratori.

Il tema è di grande attualità nel dibattito internazionale. “Si tratta di un impegno che tocca tutti: decisori politici, attori di sviluppo e consumatori individuali. Nella consapevolezza che le risorse locali, sia quelle che abbiamo a disposizione nei nostri territori di residenza sia quelle che visitiamo in viaggio, sono una grande chiave per promuovere la tutela di ambienti e culture diversi e per favorire una crescita economica sostenibile e inclusiva”, ha recentemente dichiarato la Direttrice dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), Laura Frigenti.

Le Nazioni Unite chiamano tutti a un’assunzione di responsabilità per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030, di cui il turismo sostenibile è parte integrante.

È evidente – persegue la Direttrice Frigenti - che il turismo sostenibile può divenire una chiave per progredire su tanti target dell’Agenda 2030, ma occorrono cambiamenti nelle politiche dei governi e nelle pratiche dei consumatori. Nel frattempo, si studiano nuovi strumenti per misurare i progressi di questi anni che vedranno il turismo come motore di sviluppo in netta crescita”.

L’Italia, e anche l’Umbria, stanno facendo la propria parte.


[TORNA INDIETRO]