Lunedì 15 Ottobre 2018                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / Notizie FELCOS

Costruire percorsi di antidiscriminazione sostenibili

A Perugia l’evento finale del progetto Network Rete Antidiscriminazione
26/03/2018

Una rete di attori istituzionali e del privato sociale che per 18 mesi si sono dedicati al contrasto delle discriminazioni razziali nel mondo del lavoro e nei diversi aspetti della vita pubblica in Umbria, Campania e Puglia.

Laboratori di sensibilizzazione nelle scuole, formazione per gli operatori dei servizi pubblici, sportelli di consulenza legale, ricerche e approfondimenti sulla discriminazione oggettiva e percepita in ambito lavorativo e sugli effetti delle discriminazioni multiple, e una campagna di sensibilizzazione itinerante che ha viaggiato a bordo di un camper per 15 piazze italiane. 

Stiamo parlando del progetto “Network Rete Antidiscriminazione”, che dopo oltre un anno di impegno contro le discriminazioni razziali è giunto al termine del suo percorso.

Con lo scopo di condividere i risultati del progetto, i suoi punti di forza e le criticità del lavoro svolto martedì 27 marzo presso la Sala Fiume di Palazzo Donini, Cidis Onlus capofila dell’azione, promuove l’incontro pubblico “Costruire percorsi di antidiscriminazione sostenibili”.

All’incontro saranno inoltre presentati per la prima volta i risultati dell’indagine sulla discriminazione nel mercato del lavoro realizzata nel campo dell’agricoltura in Campania, in quello dell’edilizia in Umbria e quello del lavoro domestico in Puglia. 

Network Rete Antidiscriminazione” ha cercato di comprendere meglio il fenomeno della discriminazione lavorando con i cittadini italiani, sindacati, associazioni di categoria, operatori pubblici e del settore, con i lavoratori migranti e con le istituzioni, ed è a loro che si rivolge anche in questa fase: l'incontro sarà infatti occasione per allargare la rete di soggetti che operano a livello locale per il contrasto alle discriminazioni, ma anche e soprattutto per aprire un confronto con i diversi attori coinvolti, che porti a delineare strategie e azioni concrete da intraprendere per combattere in maniera efficace le nuove e striscianti forme di razzismo, intolleranza ed esclusione.

Ma come dicevamo il progetto ha agito su più fronti e nella lotta al contrasto delle discriminazioni razziali una parte importante è stata rappresentata dal percorso di sensibilizzazione delle nuove generazioni.

Durante lo scorso anno scolastico con i ragazzi delle scuole secondarie di Perugia, Foligno, Assisi e Città di Castello abbiamo intrapreso un percorso didattico finalizzato ad educare i giovani al valore della diversità culturale e prevenire le forme di intolleranza razziale, indirizzato a guidare i ragazzi a riconoscere i fenomeni di bullismo che colpiscono gli studenti migranti e di seconda generazione.

Oltre ai moduli didattici l’attività didattica ha visto anche un percorso di peer education che gli studenti che hanno partecipato al percorso formativo hanno realizzato con i ragazzi più piccoli del proprio Istituto.

Per saperne di più sull’attività didattica che abbiamo realizzato leggete la pubblicazione di riepilogo percorsi formativi cliccando qui.


[TORNA INDIETRO]