Giovedì 21 Febbraio 2019                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / In Primo Piano

FELCOS Umbria e Comune di Terni in Palestina per “Un futuro più luminoso per la gioventù di Gerusalemme Est”

27/03/2012
La delegazione con il Ministro del Governo Locale
La delegazione con il Ministro del Governo Locale

Si è conclusa il 24 marzo la missione di FELCOS Umbria (Fondo di Enti Locali per la Cooperazione decentrata e lo Sviluppo umano) e del Comune di Terni in Palestina volta a rafforzare le relazioni istituzionali tra i due territori e proseguire con la promozione dello sviluppo umano sostenibile attraverso due progetti di cooperazione nell'ambito del PMSP (Programma a sostegno delle Municipalità Palestinesi del Ministero degli Affari Esteri Italiano), uno a Gerusalemme Est e l'altro nel Governatorato di Betlemme. l progetti sono sostenuti da un ampio partenariato regionale, costituito da Felcos Umbria, Comune di Terni, ANCI Umbria, Comune di Perugia, Provincia di Perugia e Regione Umbria.

La delegazione umbra, composta da Silvano Ricci, Vice Presidente di FELCOS Umbria, Leopoldo Di Girolamo, Sindaco di Terni, Riccardo Giubilei, Consigliere Comunale di Terni, Mauro Soli, esperto sociale e collaboratore di FELCOS Umbria e da Chiara Coletti di FELCOS Umbria, ha realizzato numerosi incontri istituzionali e tecnici con i responsabili del PMSP, il Consolato Generale d'Italia a Gerusalemme, il Ministero del Governo Locale Palestinese, la Fondazione Giovanni Paolo II e il Comune di Battir.

Il Comune di Terni, insieme a FELCOS Umbria, è il capofila del progetto del Centro giovani di Beit Hanina "un futuro più liminoso per i giovani di Gerusalemme Est" teso al miglioramento delle condizioni di vita dei giovani e delle persone con disabilità in termini di inclusione e d’integrazione sociale e culturale.

L’Assessore alla Cooperazione Internazionale e Vice Presidente di FELCOS, Silvano Ricci, al rientro dalla missione in Palestina ha sottolineato l’importanza di un percorso per cui “l’Umbria, nonostante le difficoltà economiche delle istituzioni, si è dimostrata attenta e partecipe ed ha confermato il suo impegno per lo sviluppo umano a livello internazionale. L’obiettivo, adesso, è completare il centro giovanile iniziato a Beit Hanina e le attività formative degli operatori del centro e dare corso al progetto di valorizzazione paesaggistica dell’ecomuseo a Battir nel Governatorato di Betlemme. Essere in Medio Oriente, in questo momento storico, significa riaffermare ancora una volta i nostri impegni per una terra che ha sempre più bisogno di sostegno concreto, e questo deve nascere proprio dal rafforzamento di partenariati locali tra le comunità locali umbre e quelle palestinesi”. 

Il servizio Tg3 Umbria andato in onda il 24 marzo 2012 è stato realizzato dal corrispondente a Gerusalemme Filippo Landi: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/


[TORNA INDIETRO]