Sabato 04 Luglio 2020                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos

  
Conosci Felcos / Cosa facciamo / Iniziative in Umbria

Formare per integrare

Programma quadro: Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) del Ministero dell’Interno 

Settore d’intervento: Integrazione, intercultura, accoglienza.

Partner: Regione Umbria (capofila), FELCOS Umbria, ANCI Umbria, Aliseicoop Società Cooperativa Sociale, ARIS Formazione, CSC Credito Senza Confini.

Area di intervento: 12 zone sociali della regione Umbria

Contesto: In Umbria più che altrove la componente immigrata residente nel territorio ha assunto una dimensione strutturale che ha trasformato la composizione e la morfologia della società locale. I cittadini stranieri presenti (l’incidenza è dell’11%), le nazionalità rappresentate, i matrimoni misti, i minori e le seconde generazioni, i nuovi arrivi, dipingono un contesto sempre più variegato e multiculturale. Davanti a un pubblico in continua trasformazione, la sfida delle istituzioni è quella della riorganizzazione dei servizi in un’ottica interculturale. dalle esperienze del capofila e dei partner di progetto sono emerse, in particolare, alcune esigenze dei servizi pubblici territorio: una maggiore conoscenza della normativa in materia di immigrazione, degli aspetti socio-demografici e culturali così come un pressante necessità di affrontare con competenza le tematiche determinate dagli ultimi eventi di attualità che richiamano l’attenzione sull’Islam, sui richiedenti protezione internazionale e MSNA; un approfondimento delle modalità di relazione operatore-utente- mediatore interculturale; una necessità di sperimentare e concretizzare la formazione ricevuta attraverso l’utilizzo di mediatori culturali ed interculturali ed esperti del settore per migliorare l’efficienza e l’efficacia dei servizi pubblici; una forte necessità di coordinamento e di capitalizzazione delle buone pratiche che si sono sperimentate, a macchia di leopardo e con discontinuità nel tempo, sul territorio.

Obiettivi:

  • Migliorare la qualità dei servizi pubblici, rivolti anche ai cittadini dei Paesi terzi, mediante un’azione di riqualificazione delle amministrazioni pubbliche in tema di programmazione, gestione ed erogazione dei servizi, utilizzando un approccio multilivello e di formazione esperienziale;
  • innovare i processi organizzativi dei servizi pubblici in chiave interculturale e rafforzare la prosecuzione di servizi innovativi già avviati;
  • sviluppare una rete istituzionale che pianifichi e monitori gli interventi in materia di integrazione dei cittadini dei Paesi Terzi attraverso la definizione e la firma di un protocollo d’intesa di capacity building per la promozione della formazione permanente degli operatori delle AA.PP. umbre.

Attività: 36 percorsi formativi rivolti all’area dei servizi amministrativi di front office, dell’istruzione, dei servizi sociali e sanitari e dei servizi giuridici e di sicurezza; servizio sperimentale di mediazione culturale; attivazione di uno sportello di orientamento legale presso l’ufficio di esecuzione penale esterna (UEPE); costruzione di una rete locale di intervento.

Destinatari: Dipendenti delle amministrazioni pubbliche che a diversi livelli e con differenti ruoli partecipano alla realizzazione del sistema umbro di integrazione e di accoglienza.

Durata: 19 mesi

Stato di Avanzamento: Il progetto è concluso. 


[TORNA INDIETRO]