Giovedì 21 Febbraio 2019                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / In Primo Piano

Forum della Cooperazione internazionale. 1 e 2 ottobre a Milano

15/09/2012


Il Ministro per la Cooperazione Internazionale e l'Integrazione, Andrea Riccadi, in collaborazione con la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Esteri, sta preparando il Forum della Cooperazione internazionale, che si terrà a Milano l’1 e il 2 ottobre presso il Piccolo Teatro (Strehler) a Largo Greppi, 1.

FELCOS Umbria ha preso parte al percorso preparatorio del Forum, partecipando a sette dei dieci gruppi di lavoro strutturati intorno a grandi "tracce di discussione” voluti dal Ministero: Come l'Italia immagina lo sviluppo mondiale post 2015?; Dove stare? Una nuova lettura geopolitica per la cooperazione italiana; Cosa fare? eccellenze italiane, innovazioni e priorità; Il ruolo dell'Italia nelle aree di crisi; Come fare? Modelli, risorse e coerenza delle politiche; Il ruolo del privato profit e del privato sociale nella cooperazione allo sviluppo; Cooperazione e gratuità: volontariato, terzo settore e no-profit; Ruolo delle diaspore e comunità migranti nella cooperazione: oltre le rimesse; Verso una strategia multilaterale unitaria: Nazioni Unite, Banche e Fondi di sviluppo e Unione Europea.

Tra maggio e settembre 2012 svariati sono stati gli incontri dei gruppi di lavoro, volti ad affrontare le problematiche, le potenzialità e gli indirizzi futuri della cooperazione italiana, ai quali FELCOS ha portato il suo qualificato contributo che si è anche riflesso nei documenti conclusivi che saranno la base di discussione del Forum.

Il Forum della Cooperazione internazionale sarà un appuntamento pubblico di un giorno e mezzo, che farà incontrare i cittadini interessati, gli esperti, i giovani e gli attori tradizionali e nuovi della cooperazione allo sviluppo con le più alte cariche dello Stato e con i Ministri europei e dei Paesi del Sud del mondo. L'ambizione del Forum è di far incontrare tutti gli individui e gruppi che vogliono e pensano che la cooperazione allo sviluppo sia una parte dell'identità del nostro Paese e che debba essere elemento centrale del rilancio del profilo internazionale dell'Italia. Nel Documento di Economia e Finanza, il Governo ha riconosciuto che "un riallineamento graduale della cooperazione allo sviluppo permetterà di rilanciare il profilo internazionale dell'Italia, la presenza in aree strategiche, le eccellenze e i vantaggi comparati, qualificandosi come un investimento con ritorni in termini di credibilità". Nelle giornate del Forum si alterneranno sessioni plenarie a momenti di lavoro partecipati con l’obiettivo di innescare un confronto cha sappia determinare una scossa culturale di rilancio della cooperazione. Il Forum intende anche raccogliere idee innovative, coinvolgendo nuove realtà, tra cui gli studenti universitari dei corsi di cooperazione.

Al termine della seconda giornata di lavori, facendo convergere le varie voci e proposte raccolte nel processo preparatorio e nel dibattito stimolato nel corso del Forum, sarà presentato il "Patto nazionale per la nuova cooperazione allo sviluppo", un manifesto d'intenti che rilegittimi la centralità della politica pubblica di cooperazione e tracci alcune direttive per una ripresa quantitativa e qualitativa della Cooperazione italiana. Parte integrante del Patto saranno i documenti tematici di approfondimento prodotti dai gruppi.

Per saperne di più: http://www.cooperazioneallosviluppo.esteri.it/pdgcs/italiano/speciali/ForumCooperazione/Intro.htm; http://www.forumcooperazione.it/Pages/Forum.aspx.

Il blog: http://forumcooperazione.blogspot.it/


Download: Programma Forum della Cooperazione internazionale

[TORNA INDIETRO]

Condividi su Facebook