Giovedì 19 Settembre 2019                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / In Primo Piano

Forum Nazionale dell’Apicoltura della Palestina: costituito il Comitato Nazionale degli Apicoltori

Un momento storico per gli apicoltori palestinesi, che hanno evidenziato la necessità di riunirsi in una Federazione
01/06/2016


Buone pratiche in apicoltura e sicurezza alimentare”, questo il titolo del Forum Nazionale dell’apicoltura che si è svolto il 25 e 26 maggio a Ramallah; un evento che con la costituzione del Comitato Nazionale degli apicoltori ha segnato una svolta storica nell’apicoltura del paese.

Per la prima volta, infatti, gli apicoltori palestinesi si sono riuniti in un comitato per lavorare alla creazione di una Federazione che potrà rappresentarli sulla scena nazionale ed internazionale.

Partendo da una visione dell’apicoltura come opportunità di sviluppo locale, protezione della biodiversità e promozione della sicurezza alimentare, durante il Forum Nazionale dell’Apicoltura della Palestina si è discusso delle principali problematiche, sfide e opportunità dell’apicoltura palestinese: dalla qualità e competitività del miele alle strategie da adottare per garantire da un lato la salute delle api e dall’altro la salubrità del miele” ha dichiarato il Presidente di APIMED Vincenzo Panettieri, “ma anche per rafforzare le capacità degli apicoltori del Mediterraneo e delle loro reti

L’evento, organizzato da FELCOS Umbria e APIMED (Federazione degli Apicoltori del Mediterraneo) in collaborazione con la Cooperativa degli Apicoltori di Ramallah e con il Patrocinio del Ministero dell’Agricoltura palestinese all’interno del progetto “Mediterranean CooBEEration: una rete per l’apicoltura, la sicurezza alimentare e la biodiversità”, ha riunito rappresentanti di Organizzazioni internazionali come FAO e UNDP (Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) e rappresentanti del mondo della ricerca.

Al Forum hanno inoltre partecipato cinque cooperative di apicoltori della Cisgiordania che hanno potuto così dialogare con il Ministero dell’Agricoltura, rappresentato dal Vice Ministro Abdullah Lahlouh, e presentare le loro istanze a sostegno dell’apicoltura palestinese, e, dopo la chiusura dei lavori, insieme alla delegazione del Progetto, portare all’attenzione del vice Ministro le raccomandazioni finali emerse dal Forum.

Il vice Ministro ha dimostrato grande soddisfazione per l’impegno e i risultati raggiunti dal Progetto “Mediterranean CooBEEration”, ed ha invitato FELCOS Umbria e APIMED a continuare ad appoggiare questo lavoro di rafforzamento dell’apicoltura palestinese per l’elaborazione di una vera e propria strategia nazionale.

Come ha spiega Lucia Maddoli di FELCOS Umbria, coordinatrice internazionale del progetto Mediterranean CooBEEration, “Al di là dei contenuti tecnici, il Forum ha assunto anche una valenza in un certo senso politica e sociale, cercando di aprire una piccola breccia nel muro di isolamento all’interno del quale sono costretti a vivere gli abitanti dei territori palestinesi. Lavorare per lo sviluppo dell’apicoltura in un’area come quella mediterranea dove il settore presenta grandi potenzialità, significa infatti portare un gesto concreto di solidarietà alla popolazione palestinese, promuovendo nuove opportunità di sviluppo economico sostenibile che potrebbero tradursi in opportunità di lavoro per tanti giovani e donne, sottraendoli al rischio dell’emarginazione e dell’esclusione sociale”.

Il Forum ha inoltre rappresenta l’occasione per lanciare anche in Palestina l’iniziativa “Comuni Amici delle Api”, che fa parte della campagna “CooBEEration” e che prevede una serie di attività di informazione e sensibilizzazione al fine di promuovere l’impegno da parte degli enti locali del Mediterraneo nel riqualificare i territori e proteggere l’ambiente attraverso la tutela delle api e la valorizzazione dell’apicoltura.

Il progetto “Mediterranean CooBEEration”, all’interno del quale il Forum e la Campagna si inseriscono,  è finanziato dall’Unione  europea e promosso da FELCOS Umbria, APIMED, UNDP (Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo), il Dipartimento di scienze agrarie dell’Università di Bologna (DIPSA), il Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino (DISAFA) e l’Istituto Nazionale Agronomico della Tunisia (INAT).

 Per maggiori informazioni sul Progetto visita il sito www.coobeerationcampaign.org


[TORNA INDIETRO]

Condividi su Facebook