Martedì 20 Agosto 2019                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / In Primo Piano

Grande successo della cooperazione territoriale italiana: approvato alla Camera l'Ordine del Giorno contenente le proposte di RETÈCO

23/12/2015

Durante la seduta della Camera di sabato 19 dicembre, è stato centrato un importante obiettivo per la cooperazione territoriale italiana e per gli Enti Locali e le loro Reti che si impegnano nell'ambito della cooperazione internazionale: è stato approvato l’ordine del giorno che recepisce le proposte della Federazione italiana delle Reti territoriali per lo sviluppo e la cooperazione internazionale (RETÈCO), di cui FELCOS Umbria ha la Presidenza e il Coordinamento nazionale.

L’ordine del giorno, che conteneva al suo interno proposte operative concrete volte al sostegno della cooperazione territoriale, rappresenta il risultato di un percorso di incontri tenutesi in Parlamento in questo ultimo periodo che hanno trovato la condivisione e il sostegno politico necessari per  arrivare a questo successo.

Nelle giornate dell'11 e del 25 novembre, infatti, il Presidente di RETÈCO Joseph Flagiello, insieme ai Vicepresidenti Francesco Brendolise, Enrico Cechetti e Igor Bonazzoli, al Coordinatore Nazionale Massimo Porzi, a Guido Milani e Alice Concari, rispettivamente Responsabile Area Scientifica e  Area Comunicazione, sono stati ricevuti presso la Camera dei Deputati dove hanno incontrato alcuni Deputati ai quali hanno presentato la Federazione e le proposte volte al sostegno della cooperazione territoriale, dei suoi progetti e delle sue attività.

Obiettivo degli incontri è stato quello di promuovere il ruolo della cooperazione territoriale all'interno del sistema di cooperazione italiano nel nuovo contesto designato dalla nuova legge sulla cooperazione, caratterizzato dall'istituzione dell'Agenzia Nazionale di Cooperazione Internazionale, dai nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2015/2030, che riconoscono il ruolo centrale delle dimensione locale e dall'orientamento della Commissione Europea verso un Multi-Level Governance territoriale, con un maggiore protagonismo delle Reti Territoriali.

RETÈCO rappresenta, infatti, l'organismo nazionale di coordinamento, promozione e rappresentanza della Cooperazione territoriale italiana, che raggruppa circa quindici Reti Territoriali impegnate nella cooperazione internazionale per lo sviluppo umano sostenibile. Reti che nel loro insieme coinvolgono oltre 200 Enti Locali e 300 soggetti pubblici, accademici, privati e associativi dei rispettivi territori e che hanno rapporti di cooperazione con più di 50 paesi con i quali hanno sviluppato partenariati a livello locale e nazionale.

L'ordine del giorno, presentato alla Camera nel quadro della legge di stabilità da Marina Sereni, Alan Ferrari, Maurizio Baradello, Paolo Beni, Chiara Scuvera, Susanna Cenni,  rappresenta un'importante successo della Federazione e al tempo stesso un evento importante nella storia della cooperazione internazionale italiana, in quanto rappresenta una chiara espressione politica del nostro parlamento a sostegno della cooperazione territoriale.

Attraverso l’approvazione dell’Ordine del Giorno, il Parlamento, nel quadro dello stanziamento di 120 milioni di euro per la cooperazione italiana,  impegna il Governo alla creazione di Programmi Quadro di cooperazione territoriale sul tema dello sviluppo locale concertati con gli Enti Locali e le Reti Territoriali della cooperazione decentrata attraverso un'adeguata dotazione economica; a prevedere che i bandi per finanziare progetti di cooperazione internazionale, di educazione allo sviluppo e sensibilizzazione aperti alla partecipazione degli Enti Locali, delle Associazioni di Enti Locali e delle Reti Territoriali, e che per tali soggetti siano previsti anche bandi specifici con obiettivi legati al rafforzamento della democrazia, del decentramento, azioni di capacity building, sviluppo economico locale e di trasmissione del know how territoriale italiano;  a prevedere forme di sostegno della partecipazione delle Reti Territoriali e degli Enti Locali ai bandi europei di cooperazione internazionale allo sviluppo, di educazione e sensibilizzazione, in particolare attraverso la costituzione presso l’Agenzia di un Fondo dedicato e specializzato per il cofinanziamento, su base triennale, con una dotazione indicativa di 2.000.000,000 di euro.

La Federazione, che si è costituita a Foligno il 9 ottobre 2014 in occasione del IV Forum dei Territori in Rete per lo Sviluppo Umano, organizzato da FELCOS Umbria con il patrocinio della Regione Umbria e del Comune di Foligno, è nata con lo scopo di riunire, promuovere e rafforzare le Reti territoriali italiane impegnate nella cooperazione e promuovere la cooperazione territoriale come parte integrante delle politiche pubbliche locali e come modalità innovativa ed efficace per affrontare le sfide per lo sviluppo sia a livello locale che globale, in un’ottica di partenariato tra territori, di reciprocità, di internazionalizzazione responsabile, di dialogo e comune interesse, nel quadro di un approccio allo sviluppo di tipo multi-attoriale e multilivello.


[TORNA INDIETRO]

Condividi su Facebook