Lunedì 22 Aprile 2019                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / In Primo Piano

Il Master in cooperazione: E' aperto il bando per il 2013-2014

Attesi a Pavia 30 studenti italiani e stranieri, futuri professionisti nella Cooperazione allo Sviluppo. Le iscrizioni scadono il 30 Aprile. Il corso durerà 16 mesi e le 500 ore di didattica in sede saranno completate da uno stage sul campo del periodo di 3/6 mesi che gli studenti potranno svolgere presso ONG
17/04/2013


ROMA - Scadono il 30 aprile le iscrizioni alla XVII edizione del Master Universitario Internazionale in Cooperazione allo Sviluppo promosso dall'Università di Pavia, lo IUSS (Istituto Universitario Studi Superiori) di Pavia e da tre Organizzazioni Non Governative: CISP (Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli), COOPI (Cooperazione Internazionale) e VIS (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo). Il Master ha il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca.

Il master dura 16 mesi. Il master di secondo livello è aperto a 30 laureati italiani e stranieri che intendano formarsi per diventare esperti in cooperazione internazionale in grado di collaborare con le Organizzazioni Internazionali come l'ONU e le sue agenzie, l'Unione Europea, le istituzioni operanti nella cooperazione governativa, con associazioni e altri soggetti non profit che si occupano di Cooperazione Internazionale. Il master dura 16 mesi e richiede un impegno a tempo pieno e un'ottima conoscenza dell'inglese, lingua in cui si tengono i corsi.

Lo stage sul campo di 3/6 mesi. Le 500 ore di didattica in sede saranno completate da uno stage sul campo del periodo di 3/6 mesi che gli studenti potranno svolgere presso ONG, Organizzazioni Internazionali o altri enti pubblici e privati, al fianco di professionisti nel campo della cooperazione. Gli studenti saranno seguiti da un tutor nella scelta dello stage e riceveranno una lista di possibili destinazioni tra cui scegliere. Al termine dello stage, gli studenti dovranno discutere una tesi legata alla loro esperienza pratica o di ricerca.

Ottimi risultati raggiunti. Tra i punti di forza del Master ricordiamo il partenariato multi-istituzionale tra le realtà accademiche e gli operatori del settore, il carattere internazionale e multidisciplinare del percorso formativo. Nelle precedenti edizioni sono stati raggiunti ottimi risultati anche dal punto di vista dell'occupazione lavorativa, infatti dal 1997, anno di nascita del Master, l'80 per cento degli studenti ha trovato un'occupazione entro sei mesi dalla conclusione del programma di studi.

Una vocazione internazionale. Il Master ha una vocazione fortemente internazionale tanto da aver poi contribuito alla creazione di una vera e propria rete, il Cooperation and Development Network (CDN), di cui fanno parte le sedi istituite nel 2003 a Cartagena de Indias in Colombia e nel 2005 a Betlemme, nei Territori Occupati Palestinesi. Lo scorso 8 febbraio inoltre è stato inaugurato il primo ciclo di Master a Khatmandu, in Nepal. L'esperienza pavese verrà ripetuta anche a Nairobi in Kenya, il cui bando per le iscrizioni al primo ciclo, è stato aperto il 22 febbraio.

Fonte: http://www.repubblica.it


[TORNA INDIETRO]