Lunedì 22 Aprile 2019                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / In Primo Piano

In Italia un Ministero per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione. Riccardi: “Non più un lusso ma qualcosa di necessario”

17/11/2011

Per la prima volta, creando una svolta radicale con il passato italiano, un Governo Italiano istituisce un Dicastero dedicato a due temi, la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione, connessi inestricabilmente tra di loro. 

L’Italia, nella sua storia, si era dotata, soltanto durante il secondo governo Prodi (2006/2008), di una carica, in questo settore; quella di Vice Ministro degli Esteri con delega alla Cooperazione allo Sviluppo, posto ricoperto allora dall’Onorevole Patrizia Sentinelli.  

A ricoprire il nuovo ruolo di Ministro della Cooperazione Internazionale e dell’Integrazione, ministero senza portafoglio, è Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio, nel Febbraio del 1968, che in questi anni si è speso moltissimo in difesa dei diritti dei migranti. Inoltre, il neo ministro è una delle personalità di spicco del mondo laico, contribuendo a importanti azioni di pace in ambito internazionale. 

“Cooperazione Internazionale e Integrazione” Riccardi ha subito detto “mi sembra che si dia centralità a qualcosa di importante  e che finora è stato ritenuto accessorio, un lusso, qualcosa di non necessario. Mi sembra un segno di speranza per tutti, nella giusta direzione”. 

Mancato rispetto degli impegni europei ed internazionali per l’Aiuto Pubblico allo Sviluppo (APS/ODA) spiegano i dati e le varie Peer Review finora redatte dall’OCDE/DAC (Organizzazione Cooperazione Sviluppo Economico/Comitato di Aiuto Pubblico) che mostrano come gli aiuti italiani siano al minimo storico sfiorando lo 0,15% del PIL, ben lontani dall’impegno dello 0,7%.

Con questo nuovo incarico e con l’importanza data a questi due settori, si riaccendono le speranze di vedere l’Italia risalire da ultima della lista, per annoverarsi tra gli Stati che si impegnano nelle buone pratiche politiche di cooperazione internazionale e di accoglienza.


[TORNA INDIETRO]