Domenica 20 Ottobre 2019                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / In Primo Piano

Le innovazioni territoriali umbre in tema di sviluppo al Terzo Summit dei leader locali di Capo Verde

09/07/2019

Condividere le esperienze di successo e le migliori buone pratiche in tema di sviluppo locale e discutere del ruolo centrale che i territori e i governi locali e regionali possono giocare nella promozione di processi di sviluppo efficaci.

In vista della quinta edizione del Forum Mondiale sullo Sviluppo Economico Locale (World Forum on Local Economic Development) , dal 9 all’11 luglio, a Ilha de Sal, Capo Verdeoltre 150 partecipanti tra rappresentanti di governi locali, regionali e nazionali, attori della cooperazione internazionale, rappresentanti di organizzazioni internazionalied europee, l’Ambasciata del Lussemburgo, la Delegazione dell'Unione Europea, Associazioni di Comuni brasiliani, italiani, spagnoli e portoghesi e il comitato esecutivo del Forum Mondiale sullo Sviluppo Economico Locale, oltre cheattori sociali ed economici provenienti da numerosi paesi, si sono riuniti alla “Cimeira das Lideres Locais” (Summit dei leader locali), per discutere come lo sviluppo economico locale rappresenti un valido mezzo per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

L’incontro - organizzato dal Programma delle Nazione Unite per lo Sviluppo (UNDP), dal Governo di Capo Verde e dall'Associazione Nazionale dei Municipi Capoverdiani (ANMCV) - intende valorizzare e far conoscere le innovazioni, in termini di progetti, servizi e processi territoriali, messe in atto dagli attori locali, nell’ottica di attuare e localizzare gli Obiettivi di Sviluppo dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. 

FELCOS partecipa all'evento insieme ad ANCI Umbria e in accordo con gli organizzatori si è occupata di promuovere la partecipazione di soggetti umbri che sono espressione di buone pratiche e innovazioni territoriali. 

In questi anni FELCOS, infatti, si è impegnata nel coinvolgere nei progetti di cooperazione allo sviluppo le migliori esperienze e le buone pratiche umbre e i soggetti istituzionali, associativi e privati della nostra regione, in un’ottica di scambio di conoscenze, partenariati tra territori e opportunità reciproche di sviluppo, ed ha istaurato un’alleanza strategica con le Nazioni Unite in molti paesi.

In particolare, a Capo Verde, FELCOS da più di due anni collabora con il Governo di Capoverdiano e il  “Programma delle Piattaforme per lo Sviluppo Locale e Obiettivi 2030” di UNDP ed ha firmato un Protocollo d’Intesa insieme ad ANCI Umbria con i Comuni Capoverdiani sulla promozione dello sviluppo sostenibile.

In quest’ottica FELCOS ha invitato Sviluppumbria a partecipare all’evento, essendo il tema del turismo sostenibile e del suo sviluppo legato a tematiche religiose, naturalistiche e sentieristiche, uno dei temi di interesse dei Comuni Capoverdiani, come affermato nel Protocollo d’Intesa tra FELCOS Umbria, ANCI Umbria e l’ANMCV.

In particolare Sviluppumbria è stata invitata a portare il suo contributo alla Sessione del Summit dal titolo “Il territorio come spazio di innovazione verso l’attuazione dell'Agenda 2030”, presentando le esperienze umbre sul turismo di tipo religioso, naturalistico e sentieristico e su come svilupparlo.

Il Segretario generale di ANCI Umbria e Direttore di Anci Umbria ProCiv, Silvio Ranieri, presenterà le buone pratiche dei piani di protezione civile e l'attività svolta quotidianamente da Anci Umbria ProCiv a fianco degli Enti Locali umbri per lo sviluppo e il rafforzamento del sistema regionale della protezione civile.

Infine Massimo Porzi, responsabile del Centro Ausili dell’ Usl Umbria 2, porterà il suo contributo sul tema del turismo accessibile.

Sempre nell'ambito del Protocollo di intesa, da giugno ad agosto FELCOS sarà inoltre a Capo Verde per una missione volta a fornire supporto tecnico alla ANMCV nell’elaborazione di proposte progettuali per lo sviluppo locale, e di Piani comunali per lo sviluppo sostenibile, in collaborazione con il “Programma delle Piattaforme per lo Sviluppo Locale e Obiettivi 2030”.

 

 

 


[TORNA INDIETRO]