Sabato 24 Agosto 2019                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / In Primo Piano

Proseguono i laboratori del progetto DEAR Student con le scuole primarie del nostro territorio

21/04/2015


Proseguono con grande successo ed entusiasmo da parte degli studenti i laboratori, 5 in totale in ogni scuola, con le scuole primarie coinvolte nel progetto “DEAR Student – Educare allo Sviluppo Umano Sostenibile”, grazie alla collaborazione di alcune associazioni e cooperative del nostro territorio, sensibili e con grande esperienza nel tema trattato dai laboratori “Cibo, equità e sostenibilità”. 

In particolare, le scuole coinvolte sono a Perugia l’Istituto “Collodi” di San Sisto, la Scuola Primaria “Villaggio Kennedy” e l’Istituto Comprensivo “Ponte Pattoli”, a Terni l’Istituto “G. Mazzini”, e, a Foligno, l’Istituto “Santa Caterina”, l’Istituto Comprensivo di Borroni e la scuola primaria di Sant’Eraclio.

I moduli didattici saranno guidati dalle cooperative di commercio equo e solidale “Monimbò Bottega del mondo” e “Il Ponte Solidale”, dall’associazione “Il Girasole” e da Anacleto Antonini, responsabile del progetto “Cittadini del Mondo", promosso dalla Diocesi di Foligno.

I laboratori, attraverso giochi di ruolo, attività pratiche divertenti e manuali, momenti di riflessione e di dibattito in classe, hanno l’obiettivo di sensibilizzare ed aumentare le conoscenze degli studenti coinvolti sul tema del “Cibo, equità e sostenibilità” e sugli argomenti ad esso correlati, affrontandolo da angolature diverse, e di permettere agli studenti di acquisire una maggiore consapevolezza dei propri stili di vita e dell’impatto che le loro scelte e le loro azioni quotidiane hanno sulla comunità locale e globale.

Questi i laboratori con le primarie:

1. Il cibo è un diritto fondamentale per tutti e tutte? 

2. Cibo e Intercultura: paese che vai, cibo che trovi!? 

3. Stili di vita e consumo critico: cosa c’è dietro quello che mangiamo?!

4. Quanto ci costa lo spreco alimentare?? 

5. E’ tempo di nuovi stili di vita!

 

In particolare il percorso, che si concluderà con la realizzazione da parte degli studenti di un elaborato finale dal titolo “L’angolo dei nuovi stili di vita”,  vuole stimolare l’attenzione degli studenti verso un nuovo rapporto con:

       - beni materiali: dal consumismo al consumo critico, dalla dipendenza alla sobrietà;

       - natura: dall’uso indiscriminato delle risorse alla responsabilità ambientale;

       - mondialità: dall’indifferenza alla solidarietà, dall’assistenzialismo alla giustizia sociale.

Al termine del percorso gli alunni diventeranno loro stessi protagonisti nel sensibilizzare i loro coetanei sui temi del cibo, della sicurezza alimentare, dei nuovi stili di vita e dello sviluppo sostenibile, facendosi portavoce delle conoscenze acquisite.

 

Il progetto “DEAR STUDENT - Educare allo Sviluppo Umano Sostenibile” è un progetto europeo promosso da FELCOS Umbria (Fondo di Enti Locali per la Cooperazione decentrata e lo Sviluppo umano sostenibile) che coinvolge 6 diversi paesi: Bulgaria, Croazia, Italia, Portogallo, Romania e Spagna.

Il progetto mira, da un lato, al rafforzamento dell’impegno pubblico a livello locale per la riduzione della povertà e l’attuazione di strategie di sviluppo sostenibile attraverso la promozione del dialogo e il potenziamento di una rete tra vari soggetti - autorità locali, attori non statali e istituzioni educative - per incoraggiare la partecipazione attiva dei cittadini; dall’altro lato, il progetto intende favorire l’inclusione delle tematiche dello sviluppo umano sostenibile all’interno dei programmi di educazione formale. In questo quadro sono previste delle attività didattico-formative rivolte sia alle scuole superiori che alle primarie, con l’obiettivo di educare i giovani a nuovi stili di vita, fornendo loro gli strumenti per affrontare le sfide globali della lotta alla povertà e dello sviluppo umano sostenibile. 

Per maggiori informazioni circa il progetto clicca qui.


[TORNA INDIETRO]

Condividi su Facebook