Sabato 23 Febbraio 2019                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / In Primo Piano

Sfide globali e territoriali per combattere lo spreco alimentare

Grande partecipazione al secondo workshop sullo spreco alimentare e il diritto al cibo
28/09/2015
Alex Corlazzoli, maestro, giornalista e scrittore de
Alex Corlazzoli, maestro, giornalista e scrittore de "Il Fatto Quotidiano", in un momento del seminario

Partecipazione attiva e dibattito stimolante condotto da esperti del settore su tematiche di grande attualità hanno sancito il successo del secondo appuntamento in-formativo sullo spreco alimentare e sul diritto al cibo. Il workshop, dal titolo Dalle sfide globali alle strategie nei territori per la riduzione dello spreco alimentare, è stato organizzato, nell’ambito del progetto finanziato dall’Unione Europea “DON’T WASTE OUR FUTURE - Un'alleanza europea dei giovani e degli enti locali contro lo spreco alimentare e per il diritto al cibo”, da FELCOS Umbria in collaborazione con il Comune di Foligno e con il patrocinio della Regione Umbria e dell’ ANCI Umbria, ha visto infatti la partecipazione di molti rappresentanti degli Enti Locali umbri e di numerosi  attori coinvolti nella filiera dello agro-alimentare.

A dare avvio ai lavori Silvano Ricci, Presidente di FELCOS Umbria e Consigliere con delega alla Cooperazione Internazionale del Comune di Terni, il quale nel suo intervento ha posto l’accento sulla grande rilevanza di questi seminari e, in generale, del progetto “DON’T WASTE OUR FUTURE”, del quale FELCOS Umbria è capofila. “Le tematiche affrontate oggi grazie alla presenza di relatori di tale livello” – prosegue il Presidente –  “devono farci riflettere e devono essere di insegnamento alla classe politica che oramai, non può sottrarsi alle sue responsabilitànei confronti delle generazioni future”.

In occasione del seminario, il cui dibattito è stato coordinato da Alex Corlazzoli, maestro, giornalista e scrittore de "Il Fatto Quotidiano", sono state esposte alcune delle strategie ed iniziative avviate nel contesto italiano per contrastare il fenomeno dello spreco alimentare; in particolare, Luca Falasconi, ricercatore presso la Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna e co-fondatore di “Last Minute Market”, ha presentato il Piano nazionale di prevenzione dello spreco alimentare (PINPAS) promosso da “Last Minute Market” in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, la cui elaborazione ha coinvolto tutti gli stakeholder della filiera agro alimentare: dai produttori alle organizzazioni di categoria fino ai consumatori finali.

Il Professor Falasconi ha poi ribadito il fondamentale ruolo che ogni singolo individuo, in qualità di consumatore, con le sue azioni quotidiane gioca nella lotta al fenomeno dello spreco alimentare, e ha poi sottolineato come sia “fondamentale che la politica sia influenzata dal consumatore stesso e non dalle lobby economiche”.

I lavori sono poi proseguiti con l’intervento di Francesco Mele, responsabile per il programma di lotta agli sprechi “Scambiare” di “Slow Food Italia, che ha lanciato un dato allarmante sull’attuale sistema di approvvigionamento del cibo, denunciando come “questo abbia prodotto dai 90 ai 400 milioni di affamati dal 1990 ad oggi . “Il problema dello spreco – continua Mele “può essere risolto solo se affrontiamo, e superiamo, i limiti del  sistema di produzione industriale che concepisce il cibo come merce da dover acquistare al prezzo più basso. Il cibo deve tornare con tutto il suo valore sociale ed ambientale al centro delle nostre vite e  anche la classe politica deve fare la sua parte”.

É inoltre proseguito il percorso di lancio della Rete Umbra contro lo spreco alimentare e per il diritto globale al cibo, un laboratorio aperto di interscambio, raccordo e sinergia tra le attività svolte nei singoli territori dagli Enti Locali e dai vari soggetti pubblici, privati e associativi che vorranno aderire, per contrastare lo spreco in tutte le fasi della catena agro-alimentare e contribuire alla sicurezza alimentare.

Il primo incontro, che si è svolto lo scorso venerdì 18 settembre, ha focalizzato l’attenzione sulla conoscenza e l’approfondimento del fenomeno dello spreco alimentare, su come questo si manifesti a livello globale e locale e su quali siano i suoi impatti e le sue relazioni con il tema più ampio del Diritto al Cibo, della Sovranità e della Sicurezza Alimentare.

 

Per maggiori informazioni circa il progetto visitare il sito www.dontwaste.eu


[TORNA INDIETRO]

Condividi su Facebook