Lunedì 22 Aprile 2019                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos
Felcos informa / Notizie / In Primo Piano

Sviluppo dell’Olivicoltura nel Libano del Nord: dall'11 al 15 novembre la seconda missione di formazione per gli olivicoltori dell’Akkar

06/11/2015

Dall’11 al 15 novembre una delegazione di olivicoltori e rappresentanti istituzionali provenienti dalla Regione dell’Akkar, area rurale nel Libano del Nord, tornerà in Umbria per la seconda missione di formazione e assistenza tecnica finalizzata al miglioramento delle loro capacità professionali e delle loro conoscenze riguardo al tema dell’olivicoltura.

La missione, dopo la quella realizzata ad aprile, è la seconda di una serie di missioni che si svolgeranno in Umbria nel corso dei prossimi mesi, e si realizza nell’ambito del progetto “Sviluppo dell’Olivicoltura nel Libano del Nord”, promosso da FELCOS Umbria, ANCI Umbria  e dall’Unione dei Comuni “Terre dell’Olio e del Sagrantino”, con il contributo della Regione Umbria attraverso la Legge Regionale 26/99 e del Programma per lo Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP ), che costituisce l’attore di riferimento per la realizzazione delle attività in Libano.

Nello specifico questa seconda missione è organizzata nella stagione di attività dei frantoi per approfondire i temi della spremitura, del confezionamento, della vendita e del marketing territoriale.

La delegazione libanese sarà composta da un responsabile dell’Ufficio del Ministero dell’Agricoltura di Tripoli-Mennieh-Donnieh, da due Presidenti di Cooperative Agricole dell’area del Dreib e di Chadra, dal Presidente dell’Unione delle Municipalità di Dreib, dal Presidente dell’Unione delle Cooperative e da un rappresentante dell’Agenzia di Sviluppo locale del Nord del Libano.

Durante questa missione la delegazione libanese avrà l'opportunità di svolgere lezioni teoriche e realizzare uno stage pratico nel Frantoio di Spello, visitare altri frantoi, tra cui il Frantoio Proietti e il Frantoio Pucci di Massa Martana, il Frantoio Gaudenzi di Trevi e l’Antico Frantoio Petesse di Foligno, conoscere la manifestazione “Frantoi Aperti” e di incontrare altri enti ed associazioni impegnati per la tutela del patrimonio ambientale e del settore olivicolo umbro. Sono inoltre previsti incontri con i rappresentanti istituzionali dell'Unione dei Comuni “Terre dell’olio e del sagrantino”, di FELCOS Umbria e di altri Comuni direttamente coinvolti nel progetto quali Foligno, Spello e Trevi, che oltre a dare il benvenuto in Umbria alla delegazione, parleranno del marketing territoriale e di come l’olivicoltura può essere un’opportunità di sviluppo economico locale sostenibile, di tutela del paesaggio e del territorio.

Le sessioni di formazione saranno tenute da Massimo Sisani, Presidente della sezione Inter-municipale di Foligno di CIA Umbria (Confederazione Italiana Agricoltori) e Vice Presidente del Consorzio della Bonificazione Umbra e da Yuri Amantini Direttore del “Frantoio Di Spello - Uccd Società Cooperativa Agricola”.

L’obiettivo generale del progetto, rivolto a 200 olivicoltori membri della Cooperativa Agricola di Khirbet Char, a 8 gestori di frantoi nell’area di Drieb in Akkar e ai membri dell’Unione di Municipalità del Medio-Drieb, è contribuire allo sviluppo locale dell’Akkar, un’area rurale tra le più arretrate dal punto di vista economico in Libano.

In particolare, il progetto intende raggiungere i seguenti obiettivi: 

 

• migliorare le abilità e le competenze degli olivicoltori dell’Akkar su parassiti degli olivi, potatura delle piante, raccolta delle olive;

• migliorare le capacità professionali dei gestori dei frantoi sul processo di spremitura e sugli standard igienici;

• migliorare le capacità di associazionismo tra i produttori e la loro capacità di valorizzazione e commercializzazione del prodotto;

• migliorare la capacità degli enti locali libanesi di promuovere il territorio e i prodotti tipici locali e di appoggiare i processi di sviluppo locale.

Altri partner del progetto sono: l’Agenzia di Sviluppo Locale del Libano del Nord (LEDA North Lebanon); l’Associazione delle Cooperative per lo Sviluppo del settore olivicolo nella regione di Drieb in Akkar, Libano; l’Unione di Municipalità del Medio Drieb (Union of Municipalities in Middle Drieb), Libano e l’Associazione Strada dell’Olio Extra Vergine di Oliva DOP dell’ Umbria. Il gruppo di cinque olivicoltori libanesi è accompagnato da un esperto del LEDA North Lebanon, che avrà cura di garantire, una volta che i cinque olivicoltori saranno rientrati in Libano, la trasmissione delle conoscenze e delle tecniche acquisite durante il soggiorno-studio in Umbria agli altri membri delle cooperative, attraverso l’organizzazione di workshops formativi, garantendo così un effetto moltiplicatore dei risultati previsti.

Il progetto, della durata di undici mesi, si concluderà con la Conferenza pubblica finale di presentazione e restituzione sul territorio delle attività realizzate a sostegno dell’olivicoltura in Libano, che si terrà in Umbria.


[TORNA INDIETRO]

Condividi su Facebook