Chi siamo

FELCOS Umbria è un’Associazione di Comuni che promuove lo sviluppo sostenibile, le buone pratiche di governance e la crescita sociale ed economica dei territori, a livello locale e internazionale, attraverso progetti di cooperazione allo sviluppo, attività di formazione, assistenza tecnica e rafforzamento delle capacità, di pianificazione e programmazione territoriale, di progettazione, di costruzione di networking, iniziative di comunicazione sociale e sensibilizzazione, e progetti di educazione allo sviluppo sostenibile e alla cittadinanza globale.

I Comuni soci garantiscono la governance istituzionale e politica dell’Associazione, le cui linee di intervento strategiche sono delineate dal Consiglio Direttivo, organo amministrativo ed esecutivo.

Accanto alle capacità operative dello staff, FELCOS assicura solide conoscenze e competenze attraverso una strutturata rete di soggetti collaboratori e partner, costituita dagli attori istituzionali, sociali ed economici, promuovendo così una partecipazione stabile e concreta del nostro territorio all’interno delle sfide per la sostenibilità dello sviluppo, nel quadro dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

FELCOS interagisce e collabora con governi locali, regionali e nazionali, con l’Unione Europea, con le reti di enti locali e con le Organizzazioni internazionali, in particolare con le iniziative a sostegno dello sviluppo promosse dalle Nazioni Unite, come il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo – UNDP, l’Iniziativa ART (Articolazione Reti Territoriali) – Hub for territorial partnerships, e le Piattaforme Locali di Sviluppo 2030

 

Presidente
Francesco De Rebotti
, Sindaco del Comune di Narni

Vice Presidenti Paola De Bonis, Assessore alla Cooperazione Internazionale del Comune di Foligno
Umberto Ernesto Bonetti, Assessore con delega alle politiche comunitarie, ambiente, territorio e politiche sociali del Comune di Bevagna

Membri del Consiglio Direttivo
Francesco De Rebotti, Sindaco del Comune di Narni
Paola De Bonis, Assessore alla Cooperazione Internazionale del Comune di Foligno
Umberto Ernesto Bonetti, Assessore con delega alle politiche comunitarie, ambiente, territorio e politiche sociali del Comune di Bevagna
Andrea Romizi, Sindaco del Comune di Perugia
Simone Pettirossi, Assessore del Comune di Assisi
Moreno Landrini, Sindaco del Comune di Spello
Luciano Bacchetta, Sindaco del Comune di Città di Castello
Roberta Tardani, Sindaco del Comune di Orvieto
Silvio Ranieri, Segretario Generale ANCI Umbria

Presidente Onorario
Francesco De Rebotti
, Presidente ANCI Umbria

14 Partner internazionali

UNDP | Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo
Iniziativa ART dell’UNDP | Hub for territorial partnership
ALDA | The European Association for Local Democracy
FAMSI | Fondo Andaluso dei Municipi per la Solidarietà Internazionale
FELCODE | Fondo Extremeño Local de Cooperación para el Desarrollo
RICD | Rete Intercomunale di Cooperazione Decentrata
IMVF | Instituto Marquês de Valle Flôr
INAT | Istituto Nazionale Agronomico della Tunisia
FAL | Forum delle Autorità Locali per l’inclusione sociale e la democrazia partecipativa
APIMED | Federazione degli Apicoltori del Mediterraneo
Forum dell’Apicoltura del Mediterraneo
MEDITER | Euro Mediterranean Network for Co-operation
FAO SAVE FOOD: Global Initiative on Food Loss and Waste Reduction 
ACN Network | Active Citizenship Network

STATUTO E ATTO COSTITUTIVO

LA NOSTRA MISSION

  • Progettare territori inclusivi, sostenibili e resilienti

    L’innovazione dei modelli di intervento per lo sviluppo sostenibile del territorio si basa sulla necessità che le Autorità locali assumano sempre più il ruolo strategico di guida dei processi decisionali all’interno di un approccio partecipativo che mira a sviluppare una visione condivisa del territorio e generare decisioni e azioni comuni.

    Un approccio innovativo alla pianificazione che vede i cittadini direttamente protagonisti nella promozione della sostenibilità e vivibilità dei loro territori, e che si differenzia dalla rigidità tipica degli strumenti tradizionali, proponendo una programmazione partecipativa, attiva e consapevole che coinvolge tutte le componenti economiche, sociali, culturali e istituzionali locali, con lo scopo di creare visioni realistiche e sostenibili e percorsi di sviluppo a livello locale.

    La pianificazione strategica può specificamente orientarsi alla localizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, e in questo senso l’Agenda 2030 rappresenta un importante strumento di guida a disposizione di Governi locali, organizzazioni e aziende.

  • Valorizzare il ruolo dei Comuni come motore di sviluppo

    Nel processo di elaborazione delle politiche di sviluppo territoriale, i governi locali devono saper leggere il proprio territorio e selezionare le priorità di intervento sostenibili, e al contempo confrontarsi con la dimensione internazionale, nella consapevolezza che solo dialogando e cooperando con altri territori del mondo si possano affrontare positivamente le sfide dello sviluppo sostenibile.

    In questo processo, essi svolgono un ruolo di regia nel garantire il coinvolgimento di tutti i principali attori territorialinella costruzione di una visione condivisa e la realizzazione di un percorso che tenga conto dell’interesse generale della comunità di riferimento.

    Il ruolo dei Comuni, che si muovono sul doppio binario della territorialità e globalità, è determinante per far fronte in maniera efficace alle sfide internazionali per lo sviluppo a cui i territori sono chiamati a rispondere, soprattutto nel tempo dei cambiamenti ambientali, economici, sociali che hanno rapidamente investito, e continuano ad investire, il contesto di vita delle comunità locali.

    Una nuova visione globale e ambiziosa di integrazione della dimensione sociale, ambientale ed economica dello sviluppo sostenibile, ribadita con forza dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, che pone nuove sfide di governance e genera una forza innovatrice nel permeare i processi decisionali e politici a tutti i livelli per garantire che nessuno resti indietro.

  • Attivare partenariati internazionali e promuovere l’articolazione di reti multi-attoriali e multilivello

    L’attivazione di alleanze tra attori e territori, in un’ottica di reciprocità, di internazionalizzazione responsabile dei territori, di dialogo tra pari e comune interesse, si basa sulla necessità di valorizzare le competenze e le capacità di diversi attori, con lo scopo di instaurare relazioni in una prospettiva di co-sviluppo.

    Nell’ambito di questo approccio multi-attoriale, il partenariato territoriale svolge un ruolo significativo nel raggiungimento degli Obiettivi dell’Agenda 2030, permettendo di individuare in modo più efficace le priorità dei territori e realizzare programmi di sviluppo sostenibile coerenti con le loro necessità, mediante il coinvolgimento attivo dei diversi attori locali che operano a più livelli.

I NOSTRI VALORI

La sostenibilità dello sviluppo è il principio cardine che guida tutte le nostre azioni.
Per promuoverlo, adottiamo un approccio integrato e inclusivo, consapevoli della profonda interrelazione che lega la dimensione economica, la crescita sociale e la qualità ambientale dei territori, i pilastri dello sviluppo sostenibile attorno i quali ci muoviamo.

Agenda 2030_logoLE 5P DELL’AGENDA 2030

Per assicurare che tutti gli esseri umani possano realizzare il proprio potenziale con dignità ed uguaglianza in un ambiente sano.

Per proteggere il Pianeta dal degrado, attraverso un consumo ed una produzione consapevoli, gestendo le sue risorse naturali in maniera sostenibile in modo che esso possa soddisfare i bisogni

Per assicurare che tutti gli esseri umani possano godere di vite prosperose e soddisfacenti e che il progresso economico, sociale e tecnologico avvenga in armonia con la natura.

Per promuovere società pacifiche, giuste ed inclusive che siano libere dalla paura e dalla violenza.

Per una Partnership Globale per lo Sviluppo Sostenibile, basata su uno spirito di rafforzata solidarietà globale, concentrato in particolare sui bisogni dei più vulnerabili e con la partecipazione di tutti i Paesi, di tutte le parti in causa e di tutte le persone.