Mercoledì 20 Settembre 2017                     

Conosci Felcos
Felcos informa
Partecipa a Felcos
Sostieni Felcos

  

Destina il tuo 5Xmille a FELCOS Umbria



Da 10 anni FELCOS promuove, in Umbria e nel mondo, lo sviluppo sostenibile dei territori. Uno sviluppo economico e sociale rispettoso dell’ambiente, delle donne e degli uomini, che garantisce equità e benessere della generazione presente e di quelle future.

Nell’ambito delle attività di sensibilizzazione e educazione alla cittadinanza globale abbiamo coinvolto più di 1.100 studenti di 40 scuole umbre che hanno partecipato insieme ai loro insegnanti ai nostri percorsi didattici su tematiche globali e locali, come quelle del cambiamento climatico, del diritto al cibo, dello spreco alimentare e dell’immigrazione, diventando cittadini responsabili e partecipi della vita pubblica, protagonisti del cambiamento.

Attraverso la nostra attività di cooperazione internazionale abbiamo realizzato più di 25 progetti di sostegno allo sviluppo in 16 paesi differenti di Africa, Asia e America Latina, coinvolgendo il territorio umbro nelle sfide globali per lo sviluppo sostenibile.

Con il tuo 5xmille possiamo continuare a farlo, e farlo meglio.

Grazie al tuo supporto potremo continuare, rafforzare ed estendere l’attività di sensibilizzazione e di educazione alla cittadinanza globale nelle scuole umbre e nella società, e supporteremo lo sviluppo delle comunità di diversi paesi del mondo, realizzando progetti che rispondono ai bisogni concreti delle persone e dei territori che sosteniamo.

Come fare per devolvere il tuo 5 per mille a FELCOS Umbria:

  1. Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico;
  2. Firma nel riquadro "Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute";
  3. Indica il codice fiscale di FELCOS Umbria : 94115100540.

 

Destinare il 5xmille a FELCOS Umbria significa mettersi insieme per promuovere uno sviluppo solidale, sostenibile e responsabile del nostro territorio


[TORNA INDIETRO]

Condividi su Facebook