Azioni estetiche di comunità: un catalogo che parla di arte, paesaggio e futuro

 

Presentato a Gubbio il catalogo realizzato da Felcos Umbria con Viaindustriae

 

Immersi nelle suggestioni creative e artistiche di ieri e di oggi, in un ponte ideale che ha collegato la mostra “Gubbio ’76 – Biennale della ceramica 1976” all’edizione 2022 di “Tracce d’Arte Giovanile”, FELCOS Umbria ha presentato il catalogo “Azioni estetiche di comunità“!

La pubblicazione, edita da Viaindustriae, propone una selezione delle opere d’arte realizzate nel 1976 e quelle prodotte dai giovani artisti in occasione del TAG appena concluso, creando un rapporto di stretta contaminazione generativa tra opera e tessuto urbano e paesaggistico.

L’EVENTO

Alla presentazione, avvenuta nell’Ex refettorio della Biblioteca Sperelliana, alla presenza del Sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati e dell’Assesora alle Politiche giovanili Simona Minelli, hanno partecipato numerosi artisti tra cui Tony Bellucci, Marilena Scavizzi e, da remoto, lo street artist Rise the Cat, che ci ha raccontato come il suo intervento di street art al parcheggio multipiano di San Pietro abbia in realtà svolto la funzione di laboratorio sociale.

Un senso ben rappresentato anche dalle parole del Sindaco Stirati, per cui le opere “devono restituire dal presidio contemporaneo di una città e del suo territorio non solo un senso del presente ma soprattutto del futuro”. Un futuro in cui arte e spazio pubblico interagiscono in costante dialogo con la comunità e con i tessuti sociali ed economici della città.

 

IL PROGETTO

Azioni estetiche di comunità è un progetto che FELCOS, in veste di co-promotore dell’iniziativa inserita all’interno del progetto europeo People and Planet, ha voluto dedicare ai mutamenti in atto a causa della crisi eco-climatica nei luoghi dove viviamo e che attraversiamo.

 

 

Agenda 2030 | SDGs | Unione Europea

Leave a Reply

Your email address will not be published.